Turismo, Osanna: «Pubblico di Pompei sempre più diversificato, serve un nuovo approccio globale»

Il direttore del Parco Archeologico annuncia un pacchetto di fruizione per i visitatori da pubblicare per l’autunno

POMPEI. «Il pubblico a Pompei è sempre più variegato e diversificato, ci sono flussi da 3,5 milioni di persone che stanno salendo anche del 10 per cento mensilmente. Gli ingressi vanno adeguati, serve una riorganizzazione ed un adeguamento agli standard internazionali. La prossima settimana andranno in vigore i monitor con tutte le informazioni necessarie. Serve un approccio globale, stiamo lavorando sul sistema dei braccialetti, per uscire e per entrare e che siano per i disabili. Vogliamo fare un pacchetto di fruizione per i visitatori e pubblicarlo per l’autunno. La prima sperimentazione entrerà in vigore a fine estate». Lo ha detto il professor Massimo Osanna, direttore generale del Parco Archeologico di Pompei nel corso del Forum all’Ansa. «La Questura ci chiede di evitare i bagagli – ha spiegato – ma non è così facile, sono temi complicati e ci vuole sinergia istituzionale per ottenere i risultati».


mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*