Osanna ritrova lo scheletro del fuggiasco: la foto famosa ricostruita con i mattoncini Lego

La minifigure del direttore di Pompei è ritratta mentre l’illustre archeologo scruta la vittima appena rinvenuta

POMPEI. La recente notizia del ritrovamento dello scheletro di un fuggiasco di Pompei, con il suo prezioso carico di monete al seguito, ha fatto il giro del mondo e non solo nella comunità scientifica internazionale. Anche la foto del direttore del Parco Archeologico di Pompei, Massimo Osanna, immediatamente intervenuto sul luogo del ritrovamento dello scheletro, è diventata in pochissimo tempo l’icona web di questa importante scoperta. Tanto che anche questa volta l’immagine di Osanna è diventata una scena ricostruita con i famosi personaggi Lego, ad opera dell’artista e archivista storico Liam D. Jensen.

Have you heard the news this week of an ancient skeleton of a man unearthed at Pompeii – Parco Archeologico who was…

Pubblicato da Lego Classicists su venerdì 1 giugno 2018

 

Sulla sua pagina Facebook “Lego Classicists” (riportata sopra) egli ritrae – con le sembianze di personaggi Lego – studiosi famosi nel campo dell’arte e della cultura antica. «I ritratti di Lego Classic – specifica Jensen – sono sempre prodotti come regali per le persone che onorano e non vengono venduti a scopo di lucro». Questa volta la minifigure (così si chiamano i personaggi degli scenari ricostruiti in Lego) di Osanna è ritratta mentre l’illustre archeologo scruta lo scheletro appena rinvenuto e che racconta la triste storia di un fuggiasco colpito in pieno da un grande masso. Una storia che ha avuto un forte impatto emotivo sul pubblico e che ha riportato in vita attimi così drammatici di una tragedia immane.

Ha scritto Jensen sul suo post: «Ecco il Lego Massimo Osanna che sorveglia lo scheletro Lego e il mattone. Questa scoperta evoca un’emozione molto drammatica e diretta. Rispetto ai calchi in gesso dei corpi trovati nel sito di Pompei, questo dà un senso di disastro ancora più reale e drammatico, in modo da poter facilmente immedesimarsi con questo povero uomo schiacciato da una grande pietra mentre cercava di fuggire. È facile dimenticare, a così tanta distanza di tempo da noi, che gli antichi pompeiani erano persone proprio come noi. Ma scavi come questo ci aiutano a ricordare che queste persone hanno dovuto affrontare un evento molto triste e orribile e l’impatto emotivo è ancora palpabile oggi».

Non è la prima volta che il direttore di Pompei diventa una minifigure Lego. Lo scorso ottobre, infatti, la minifigure di Osanna è andata ad arricchire la ricostruzione dell’intera Pompei antica in mattoncini Lego realizzata al Nicholson Museum di Sydney, in Australia. In quella occasione era stato ritratto (quasi profeticamente) mentre era intento ad osservare scrupolosamente il lavoro di alcuni archeologi, che durante uno scavo rinvengono due scheletri appartenenti alle vittime di Pompei. Sullo sfondo si notano altri archeologi alle prese con lo scavo di una Domus. Con le tante scoperte che si susseguono continuamente a Pompei, c’è da chiedersi: in quale altra scena di scoperta archeologica sarà ritratto il direttore Osanna?


mm

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige “Made in Pompei”, rivista free-press mensile di promozione territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*