Maiuri Pop-up, le manifestazioni conclusive in programma ad Ercolano

Dopo circa un anno il percorso di eventi si avvia verso la conclusione con eventi finali che si svolgeranno tra il 16 e il 19 maggio 2018.

ERCOLANO. Dopo circa un anno il percorso di eventi Maiuri pop up si avvia verso la conclusione con eventi finali che si svolgeranno tra il 16 e il 19 maggio 2018. In particolare il 16 maggio sarà inaugurata la mostra Expanded Interiors a cura dell’artista Catrin Huber, che ha condiviso con il Parco e con il suo partner privato, la Fondazione Packard,  attraverso l’Herculaneum Conservation Project, un percorso di dialogo con gli allestimenti Maiuri rivisitati alla luce della sua sensibilità creativa.

«Catrin Huber- dichiara il direttore Francesco Sirano – è stata sollecitata dalla scansione degli spazi sulla pittura romana e alla loro restituzione in chiave di comunicazione e fruizione da parte di Maiuri attraverso il disegno degli schemi architettonici degli affreschi incompleti o ricostruiti da minutissimi frammenti. La mostra si svolgerà non a caso nella Casa del Bel Cortile dove si trovava l’Antiquarium, che coronava la visita degli scavi sino agli anni ‘60 del secolo scorso. Questa mostra, concepita dalla Huber, è stata preparata attraverso un processo partecipato che ha visto nello scorso mese di gennaio impegnati giovani artisti dell’Accademia di Napoli, Guide turistiche, studenti, professori delle Scuole di Ercolano».

«Anche la festa di inaugurazione – aggiunge Sirano – alla quale contribuirà l’istituto alberghiero Tilgher, è stata pensata come un’occasione per continuare le sperimentazioni di uso e percezione degli spazi, questa volta nella biglietteria, edificio apparentemente solo funzionale, ma del quale vogliamo esplorare gli stimoli quale luogo di creatività». In coerenza con l’intero programma “Maiuri Pop Up” il Parco ha scelto di affidare all’esterno l’ideazione e la realizzazione dell’evento conclusivo aprendosi al territorio e lanciando una manifestazione di interesse a giovani, a professionisti intraprendenti, a creativi, cooperative sociali, associazioni culturali chiamati ad un processo partecipato di condivisione e adozione del bene culturale in senso lato.

La manifestazione di interesse riguarda fornitura e messa in opera di sistemi multimediali e corpi illuminanti, attrezzature per l’accoglienza e la realizzazione di attività di laboratorio creativo  da concepirsi ad hoc per l’occasione, proiezioni e silent disco, con i quali animare gli spazi all’esterno e all’interno della biglietteria. Sempre al fine di rendere i cittadini di Ercolano i protagonisti del sito di cui sono i primi eredi, il Parco concederà in via eccezionale l’ingresso gratuito ai residenti nei giorni 18 e 19 maggio.

«Mi sembra questo – continua il direttore Sirano – il miglior modo per concludere le celebrazioni dell’anniversario di Maiuri rinsaldando il rapporto tra città antica e città moderna nello spirito del grande archeologo che all’inaugurazione dei Nuovi Scavi volle popolare le case della città di Herculaneum con gli abitanti della città moderna, non in costume di antico romano, ma con i loro propri abiti per sottolineare la continuità e quello che oggi noi definiamo come senso di identità e appartenenza». Per ogni specifica consultare il documento pubblicato sul sito web del Parco www.ercolano.beniculturali.it alla sezione: Il Parco – Bandi di gara e interpelli.

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*