Igiene e attività sportiva nell’antichità: così Pompei celebra la Giornata dello Sport

Gli sport più praticati a Pompei erano il lancio del disco, il lancio del giavellotto, la corsa ad ostacoli, il pugilato ed il gioco delle bocce

POMPEI. Il 6 aprile le Nazioni Unite celebrano la Giornata Mondiale dello Sport per promuovere il valore dello sport nella coesione sociale e nello sviluppo dei popoli. Il Parco Archeologico di Pompei accoglie l’invito e celebra questa giornata sulla sua pagina Facebook  fornendo una singolare informazione al popolo dei follower: a Pompei, come nell’antica Roma, lo sport era connesso all’igiene. È cosa certa, comprovata dalle fonti scritte (ma anche da quelle scientifiche, basate su ritrovamenti archeologici a Pompei) che l’atleta nell’antica Pompei (come in tutto l’impero romano) dedicava grande attenzione alla cura del corpo ed è per questo che, prima e dopo le attività sportive, ne praticava un’accurata pulizia presso le terme, che frequentemente erano associate alle palestre.

GIORNATA MONDIALE DELLO SPORT Il 6 aprile le Nazioni Unite celebrano la Giornata mondiale dello sport per promuovere il…

Pubblicato da Pompeii – Parco Archeologico su venerdì 6 aprile 2018

Gli sport più praticati a Pompei erano il lancio del disco, il lancio del giavellotto, la corsa ad ostacoli, il pugilato ed il gioco delle bocce. Nell’antica Pompei il profumo era così prezioso che veniva conservato nelle casseforti, gli atleti frequentavano assiduamente le terme pubbliche (dove erano ammessi anche gli schiavi) in cui erano soliti ungersi, dopo la sudorazione, con sostanze grasse. La sudorazione era considerata importante per un’igiene profonda, gli atleti frequentavano assiduamente le terme nella convinzione che un corpo pulito si ammalava più difficilmente. Gli strumenti che utilizzavano durante il bagno termale erano lo strigile in bronzo (spatola metallica ricurva per la detersione del sudore), l’unguentario per l’olio, il lisciatoio in pietra pomice e l’attingitoio in bronzo per l’acqua.

 

mm

Mario Cardone

Giornalista, economista ed ex bancario, ha una moglie, una figlia e quattro gatti; ex socialista ex sindacalista Cgil

Lascia un commento