Serata di gala a Villa Alma Plena: cena stellata per il Benvenuto alla Primavera

Serviti a tavola piatti di mare della stagione bella (crostacei, pesce e frutti di mare, spezie locali e limoni d’Amalfi).

CASERTA. “Benvenuta Primavera”: è stata la cena stellata in Villa Alma Plena con lo chef stellato Giovanni De Vivo, sotto la regia dell’instancabile Angela Merolla. L’evento è di venerdì sera, 23 marzo: ospiti un ristretto numero di privilegiati. Con loro, professionisti e comunicatori del food, che hanno gustato le specialità di rinomati artigiani del buon gusto, abbinate a vini del territorio. Insieme a Giovanni De Vivo (del ristorante “Il Mosaico” di Ischia), brillanti protagonisti della serata lo chef Salvatore Spuzzo (Villa Alma Plena), lo chef Antonio Tecchia (“Il San Cristoforo” di Ercolano), gli chef Fabio Ometo e Antonio Borriello (“Villa Trabucco” di Torre del Greco), lo chef Ciro Campanile (“Hotel Elisabetta” di Lettere) e lo chef Carlo Verde (“Le Nereidi” di Amalfi).

Serviti a tavola piatti di mare della stagione bella (crostacei, pesce e frutti di mare, spezie locali e limoni d’Amalfi). Valorizzate le delikatessen del territorio (come il provolone del Monaco) nella contaminazione world-wide (crumble irlandese e teriaky nipponico). Villa Alma Plena è una struttura principesca dell’800 della riserva di caccia dei Borbone. È appartenuta al marchese Antonio Letizia, il cui figlio, Generale Giuseppe Letizia, al servizio di Francesco II di Borbone firmò nel 1860 l’armistizio con Garibaldi. La Villa, sapientemente ristrutturata dalla famiglia Buiano, accoglie gli ospiti tra gli ulivi secolari, agrumeti e piante ornamentali. Organizza regolarmente ricevimenti e sponsali di prim’ordine.

Il menù ha previsto l’aperitivo di benvenuto con tris di formaggi della cooperativa agricola Pecorino Bagnolese; pecorino stagionato 12 mesi, pecorino affinato su vinacce 14 mesi e caprino stagionato 4 mesi (tutti e tre in grotta a latte crudo locale). Impareggiabile lo Jamon Iberico Senorio de Olivenza – denominazione di origine Dehesa de Extremadura – 100% razza pura iberica, stagionato 36 mesi. In abbinamento Neroluce Spumante Brut Doc – Metodo Martinotti – Blanc de noirs – da uve Nero d’Avola.

Le portate ai tavoli: chef Giovanni De Vivo, Stella Michelin: Astice in primavera su letto di patate viola, crumble, spinaci e Provolone del Monaco Dop, abbinato a Cantine Vitematta (Casal di Principe), Asprinio Igt Terre del Volturno annata 2017; Chef resident Salvatore Spuzzo e chef Carlo Verde: riso carnaroli invecchiato, piselli, seppie arrostite e limoni canditi, abbinato con Cantina di Lisandro “Lancella” Pallagrello, Bianco Terre del Volturno IGP annata 2016; chef Fabio Ometo e Chef Antonio Borriello: candele trafilate al bronzo, spezzate e farcite con verza stufata, cipollotto di Montoro, guanciale, su guazzetto di frutti di mare con brunoise e vellutata di patate al latte affumicato, abbinato a Tenuta Ippocrate Montefredane – Primum Fiano di Avellino DOCG annata 2015; chef Antonio Tecchia e chef Ciro Campanile: middine del mar nostro laccato al teriaky su pop-corn e insalatina di puntar elle, abbinato a Casula Vinaria Campagna – “Primavera”, Aglianico Rosato Colli di Salerno IGP annata 2017.

Per concludere in bellezza i dolci. Maestra pasticcera Stella Ricci Rotondi: “Abbraccio” Armonia di cioccolato e frutta; mastro fornaio Domenico Fioretti di Carinaro:  colomba “Albicocca e cioccolato”. Inoltre pani e grissini artigianali di lavorazione propria. Abbinamento digestivo: Amarè della Distilleria Petrone – Amaro alle Erbe della Reggia di Caserta. I Partner della serata: Jamonita – Distributore food di qualità Nocera Inferiore; Consorzio Tutela Provolone Del Monaco Dop – Vico Equense; Olearia Duraccio “Le Fate degli Ulivi” linea cosmetici naturali all’olio extravergine di oliva – Ottaviano; Heaven Beauty & Spa centro benessere – Mercogliano; Pastificio Arte & Pasta Boscoreale; Linea Blu, Centro spedizione molluschi – Lettere; Melius Catering – Pagani; Azienda Agricola Salera – Martinengo; Distilleria Petrone – Mondragone.

mm

Mario Cardone

Giornalista, economista ed ex bancario, ha una moglie, una figlia e quattro gatti; ex socialista ex sindacalista Cgil

Un pensiero riguardo “Serata di gala a Villa Alma Plena: cena stellata per il Benvenuto alla Primavera

  • 4 aprile 2018 in 18:57
    Permalink

    Essendo un pò stagionato ho fatto più di quaranta Vinitaly, e c”è sempre stato di tutto. Importatori uzbechi, coreani incomprensibili, sommelier veri e falsi con cinesi essi pure veri e falsi, ubriachi in quantità, amici di amici di amici, gente che ti insegna come fare il tuo mestiere, bagni affollati, panini immangiabili e parcheggi improbabili, di tutto di più. Lo adoro.

Lascia un commento