Il Rugby Sacro Cuore Pompei parteciperà al Torneo Piccole Volpi di Treviso

All’evento prendono parte realtà societarie affermate in questo sport, ma anche “vecchie glorie” di questa disciplina, come l’ex nazionale Walter Cristofoletto.

POMPEI. Nuove avventure e importanti partnership sportive per i “torelli verdi” del rugby pompeiano: nel weekend tra il 24 e il 25 marzo, infatti, i giovani atleti del Sacro Cuore Pompei saranno a Treviso per un nuovo gemellaggio e per partecipare al torneo rugbystico “Piccole Volpi”, cui prenderanno parte realtà societarie affermate in questo sport, alcune guidate da “vecchie glorie” di questa disciplina, che sono arrivate ad indossare anche i colori della Nazionale italiana di rugby, come Walter Cristofoletto. Un nome che gli appassionati di rugby ricorderanno molto bene, per averlo visto disputare con la maglia dell’Italia partite rimaste nella storia rugbystica italiana.

«Quest’anno – spiega il presidente della società pompeiana, Gennaro Cozzolino – il Rugby Sacro Cuore Pompei è in procinto di iniziare una nuova avventura all’insegna dello sport e dell’amicizia con il Dosson Rugby di Treviso. Il 24 e il 25 marzo le categorie Under10, Under12 e Under14 andranno in trasferta a Treviso grazie a due chiacchiere fatte per caso all’hotel Forum fra me e Damiano Gaion, che era a Pompei per lavoro. Durante il periodo di permanenza la passione comune per il rugby ha fatto nascere un’amicizia e una collaborazione tanto distanti quanto “vicine”. Lasciarsi con la promessa di rivedersi, sembrava una delle solite frasi di saluto che oggi è diventata realtà».

Il programma di questa due-giorni sarà intenso ma sicuramente piacevolissimo: «Partenza sabato mattina alle ore 7:30 alla volta di Treviso» spiega Cozzolino, che aggiunge: «All’arrivo troveremo i nostri ospiti pronti ad accoglierci e inizieremo questo nuovo gemellaggio. Dopo il pranzo nella loro club-house, si inizierà il primo allenamento congiunto del minirugby alle ore 15. Alle 17 triangolare dell’U14 con la squadra ospitante, con noi gemellata, e il Riviera Rugby. Nel frattempo il minirugby si recherà a visitare la città di Treviso con le famiglie ospitanti. In serata gli atleti saranno ospitati dalle famiglie dei loro nuovi amici, mentre per gli adulti si organizzerà qualcosa a Treviso. Il mattino dopo le famiglie ospitanti porteranno i ragazzi al Torneo “Piccole Volpi” di Montebelluna che inizierà alle ore 9 e si concluderà alle 17 mentre l’Under14 farà un giro per Treviso. Questo il programma di 2 giorni intensi, questa la sintesi di questa nuova esperienza da vivere, questo un sogno che sta per diventare realtà. L’ Asd rugby Sacro Cuore è pronto con cuore e passione».

Ma come è nata questa bella iniziativa di amicizia e di sport che sicuramente farà crescere sul piano umano i giovani del rugby pompeiano? «Su iniziativa e grazie a Damiano Gaion – racconta Gennaro Cozzolino – mi sono messo in contatto con Emanuele Vecchiato, dirigente della Rugby Dosson. Telefonate, messaggi, accordi ci hanno portato a trasformare un sogno in realtà. Per la nostra società sarà un grande onore essere ospitati dalla Dosson Rugby, il cui presidente Walter Cristofoletto è un nome del rugby nazionale».

Cresciuto rugbisticamente nel Treviso, poi Benetton Treviso, Cristofoletto disputò 15 stagioni nella squadra della sua città natale, con il suo club vinse 5 scudetti dal 1989 al 1999 e una Coppa Italia e, nel 1992, esordì in Nazionale sotto la gestione di Bertrand Fourcade; l’incontro di debutto fu in Coppa Fira a Rovigo, il 19 aprile contro la Romania. Successivamente fu in campo con la squadra (diretta dal c.t. Georges Coste) che il 22 marzo 1997 a Grenoble realizzò la prima vittoria contro la Francia, che coincise anche con la vittoria nella Coppa Europa.

Prese poi parte alla Coppa del Mondo di rugby 1999 in Galles e anche a due incontri del Sei Nazioni 2000, contro Francia e Inghilterra, gli ultimi della sua carriera internazionale. In 8 anni di attività in maglia azzurra disputò 30 incontri (24 da titolare), con una meta, a disposizione di quattro commissari tecnici. Nel 1999 lasciò la Benetton Treviso dopo 5 titoli di Campione d’Italia e si trasferì in Francia a Mont-de-Marsan, dove rimase fino al novembre 2000 , per poi rientrare in Italia, al Petrarca Attivo anche nel campo dell’associazionismo sportivo, Cristofoletto è stato tra i fondatori dell’Aiarugby, l’Associazione Italiana Allenatori di Rugby, organismo che si propone la tutela, l’aggiornamento professionale e la rappresentanza dei tecnici italiani della disciplina. Presiede tale associazione, che nel 2008 è stata riconosciuta dalla Federazione Italiana Rugby.

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*