Assaggi di Rinascimento grazie al gruppo Musica Reservata

Serata musicale per far conoscere il lavoro di appassionati pompeiani impegnati nella riproposizione di musica popolare del Cinquecento

POMPEI. “Assaggi di… Rinascimento” è il titolo della serata dedicata alla musica rinascimentale organizzata dal gruppo Musica Reservata per domani sera, venerdì 2 marzo 2018, a partire dalle ore 19:00, presso il ristorante Todisco (a Pompei, in piazza Schettini). Un’occasione ghiotta (è il caso di dirlo) per far conoscere l’ottimo lavoro di un gruppo di appassionati pompeiani che da tempo è impegnato (con successo) nella riproposizione di musica popolare del Cinquecento. «Noi amiamo e proponiamo la musica rinascimentale – spiegano i protagonisti di Musica Reservata – musica polifonica del 1500 e preferiamo le opere della scuola napoletana, in particolare della Corte Aragonese del ’400. Il repertorio spazia dalla musica sacra di Palestrina alle composizioni di musica profana di Monteverdi, come i Madrigali, e diamo molto risalto al repertorio popolare della Villanella».

«Cerchiamo di proporre un repertorio vario e coinvolgente – aggiungono – raccontando e spiegando i testi delle opere per rendere la fruizione più interessante e comprensibile. La musica polifonica è lo stile che mette insieme più voci indipendenti suddividendo il brano in parti, dove l’opera può essere eseguita sia a cappella che accompagnata da strumenti. Questo genere qui poco conosciuto, è invece molto diffuso al Centro e Nord Italia, dove si studia a scuola e trova spazio e consensi in manifestazioni, festival, scuole di canto e danza che propongono appunto le Villanelle alla Napoletana. La Villanella era la canzone delle cortigiane, la forma di intrattenimento nata nelle corti napoletane, che adottavano le cortigiane più evolute per accogliere gli ospiti con canti d’amore e di passione e danze molto esplicite di sensualità».

L’iniziativa, molto particolare nel suo genere, è nata a Pompei già diversi anni fa, ma negli ultimi tempi ha ripreso vigore suscitando curiosità e interesse nel pubblico. «Questo gruppo – spiegano ancora gli organizzatori – è nato molti anni fa, dalla volontà del Maestro Massimo Staiano; ai tempi  eravamo molto più numerosi, la maggior parte degli elementi era di Napoli ed infatti la sala delle prove era a Napoli. Abbiamo partecipato a diverse manifestazioni, ma dopo diversi anni il gruppo si è sciolto perché gli impegni lavorativi e familiari non ci lasciavano molto tempo. Successivamente, alla scomparsa di Massimo Staiano, ci siamo reincontrati e il 3 dicembre 2013, in suo onore, abbiamo organizzato il nostro primo concerto a Palazzo De Fusco, a cui hanno partecipato tutti i membri del vecchio gruppo creando un evento di successo indimenticabile».

«Grazie a questo momento – proseguono gli organizzatori – abbiamo riscoperto il desiderio di stare insieme e deciso di formare un gruppo più piccolo chiamato “Musica Reservata”. A questo punto ci siamo resi conto che dovevamo integrare il gruppo con nuovi elementi per sistemare gli equilibri e ora siamo in 10. Il nostro obiettivo, oltre ovviamente continuare a perseguire questa passione che ci accomuna, è diffondere questo genere musicale che, nonostante sia nato a Napoli, nelle nostre zone è quasi completamente sconosciuto». Per ascoltare la musica rinascimentale, dunque, non resta che recarsi al ristorante Todisco venerdì 2 marzo alle ore 19:00: alla serata faranno da cornice, ovviamente, le specialità gastronomiche del noto ristorante di piazza Schettini.

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*