Il tour invernale di Giò Sada parte da Controverso

Il 18 gennaio a Scafati parte il Winter Tour 2.0 del poliedrico musicista, cantautore, compositore e attore

SCAFATI. L’inverno è ricco di sorprese per Giò Sada e dopo la prima parte del tour invernale, eccolo pronto per il suo Winter Tour 2.0. Diverse le date in programma tra gennaio e febbraio che prenderanno il via giovedì 18 gennaio dal Circolo Culturale “Controverso” di Scafati. Il nuovo tour amplia la parte acustica: saranno degli inediti show elettrici ed acustici. Ci si spoglia della consueta veste andando a cogliere una inedita bellezza tra atmosfere raccolte e intime dove solo “suoni soffusi e grosse distorsioni” riescono ad avvolgere e coinvolgere, portando in risalto il calore personale ed umano nei nostri giorni.

Musicista, cantautore, compositore e attore, la personalità artistica di Giò Sada è poliedrica e frutto di un background familiare di contaminazione tra le arti che lo porta sin da subito a espandere le proprie potenzialità artistiche in direzioni diverse. Musicalmente, si forma nel panorama dell’underground indipendente punk hardcore, viaggiando in lungo e in largo per l’Italia e per l’Europa con i Waiting For Better e con i Bari Smooth Squad.

Nel 2015 partecipa a X-Factor Italia, vincendo con il suo primo singolo Il rimpianto di te (scritto dallo stesso Giò Sada con l’intervento di Pacifico), diventato disco d’oro in sei settimane. Nonostante il contesto del tutto anomalo rispetto al suo background, il Giò Sada hardcore non si ammorbidisce per costruire un personaggio più gradevole al grande pubblico, ma diventa il mezzo con cui un’intera scena underground irrompe nel mainstream, portando il pubblico idealmente con sé in sale prova umide e tour disagevoli in furgone in giro per l’Europa.

Giò Sada è un musicista curioso e propositivo, che non ha paura di mettersi in gioco e contaminarsi alla ricerca di stimoli artistici sempre nuovi; in più, ha una diversa consapevolezza di sé stesso e della propria musica, data dal contatto e dal supporto del grande pubblico. Ne è dimostrazione “Nowhere Stage”, il format lanciato da Giò e la sua band su Vevo che li vede andare alla ricerca di location inedite, urbane, posti abbandonati e dismessi o normalmente non aperti al pubblico per allestire piccoli live, anche acustici, con ospiti d’eccezione.

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*