Finanziamenti agevolati e incentivi, entra nel vivo Resto al Sud

Dal 15 gennaio 2018 sarà possibile presentare le domande per avviare la propria impresa

POMPEI. Il 2018 inizia con una grande opportunità per chi intende avviare una nuova impresa nel proprio territorio e quindi, in questo caso, nel Mezzogiorno. Finalmente da lunedì 15 gennaio sarà possibile presentare le domande per partecipare a Resto al Sud, il programma di finanziamenti agevolati per nuove imprese che, con questo obiettivo, mette a disposizione 1,25 milioni di euro. Ne parliamo con il dottor Alfredo Di Nola, commercialista ed esperto in finanza agevolata per le imprese.

Quali sono i requisiti per partecipare a Resto al Sud?
«Il programma – spiega l’esperto – è rivolto a persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni che siano residenti in una delle Regioni del Mezzogiorno e che non risultino già titolari di attività d’impresa e che non siano titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato presso un altro soggetto. La partecipazione è ammessa sia come ditta individuale che come società (anche cooperativa)».

Quali sono le spese ammissibili nell’ambito del programma Resto al Sud?
«Sono ammissibili alle agevolazioni – spiega Di Nola – le spese necessarie alle finalità del programma di spesa, sostenute dal soggetto beneficiario e relative all’acquisto di beni e servizi rientranti nelle seguenti categorie: ristrutturazioni e manutenzioni straordinarie; macchinari, impianti e attrezzature; software e prodotti tecnologici; materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti».

A quanto ammonta il finanziamento ammissibile dal programma Resto al Sud?
«Ciascun soggetto richiedente – aggiunge il commercialista – riceve un finanziamento fino ad un massimo di 50.000 euro. Nel caso in cui l’istanza sia presentata da più soggetti richiedenti, già costituiti o che intendano costituirsi in forma societaria, l’importo massimo del finanziamento è pari a 50.000 euro per ciascun soggetto richiedente fino ad un ammontare massimo complessivo di 200.000 euro». Insomma si tratta di una buona opportunità per chi intende creare un’impresa al Sud inserendosi nell’ambito lavorativo dei  propri luoghi di origine.

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*