Turismo, nel 2018 entra in vigore a Pompei la tassa di soggiorno

Sarà applicata nei confronti dei turisti che pernottano nelle strutture ricettive ricomprese nel territorio di Pompei

POMPEI. Il 2018 appena iniziato potrebbe essere l’anno della svolta per il turismo a Pompei. La città degli Scavi e del Santuario, infatti, ha istituito la cosiddetta tassa di soggiorno che sarà applicata nei confronti dei turisti che pernottano nelle strutture ricettive di Pompei, siano esse hotel, b&b, camping, case vacanze o qualsiasi altra forma di ospitalità commerciale presente sul territorio.

L’iniziativa si aggiunge alla tassa di ingresso per autobus già introdotta lo scorso anno e va a completare così il quadro di fiscalità locale che il Comune ha istituito per disciplinare i flussi turistici sul territorio. Da queste due tassazioni, la tassa di soggiorno e la tassa di ingresso, arriverà per il Comune un gettito importante da destinare alla promozione turistica e il marketing territoriale.

Ma vediamo nel dettaglio cosa prevede la tassa di soggiorno, che entrerà in vigore da aprile. Come accennato, il gettito dell’imposta è destinato “al finanziamento degli interventi in materia di turismo e promozione del territorio”. Il presupposto dell’imposta è il pernottamento presso le strutture ricettive presenti sul territorio del Comune di Pompei. In sostanza, la tassa è a carico dei turisti e verrà riscossa per conto del Comune dai gestori delle strutture ricettive.

Ecco quanto si pagherà a persona, a seconda del tipo di ospitalità prescelta: la tariffa base è di 2 euro/persona per chi soggiorna in hotel da 1 a 3 stelle, affittacamere, b&b, case vacanze, case religiose di ospitalità, ostelli, residence e agriturismi, campeggi e villaggi turistici; si pagherà 3 euro/persona in hotel a 4 stelle; 4 euro/persona, invece, in hotel 4 stelle superior o cinque stelle. Sono esentati i residenti a Pompei, i minori di 16 anni, gli ultra 70enni, gli autisti degli autobus turistici, i portatori di handicap, le forze dell’ordine in servizio e chi pernotta per più di sette notti consecutive in città. Tutti i dettagli sono disponibili sul sito internet del Comune di Pompei a questo link: Comune di Pompei Imposta di Soggiorno

mm

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige “Made in Pompei”, rivista free-press mensile di promozione territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*