Cenando sotto un Cielo Diverso, a Pompei la settima edizione

Gli chef Danilo Di Vuolo, Giovanni De Vivo e Michele De Leo testimonial della cena per la raccolta fondi a favore del reparto di nefrologia del Santobono-Pausilipon

POMPEI. L’eccellenza della cucina campana a sostegno dei bambini ricoverati nel reparto di nefrologia e dialisi dell’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli. Saranno gli chef stellati Giovanni De Vivo e Michele De Leo e lo chef Danilo Di Vuolo – rappresentanti della cucina italiana nel mondo – a fare da padrini alla settima edizione della cena di beneficienza “Cenando sotto un Cielo diverso” in programma domenica 3 dicembre alle ore 19:30 presso il ristorante “Tiberius” di Pompei (in via Villa dei Misteri, 7).

Sui tavoli del Tiberius i migliori piatti della cucina campana, ed altri nati dall’estro di circa 100 chef, pizzaioli, maestri panificatori, bar tender e produttori. In particolare il menù della serata sarà incentrato sulla declinazione più genuina del cibo, ovvero lo street food: sapori schietti che si coniugano a intenzioni pure!

“Cenando sotto un cielo diverso” è un evento che viene ripetuto due volte l’anno: l’edizione estiva trova la sua collocazione ideale nel maestoso Castello medievale di Lettere; quella invernale è definita “on the road” in quanto si svolge in location sempre diverse.  Tra gli obiettivi della kermesse: la valorizzazione del patrimonio enogastronomico campano (viene ripetuta più volte durante l’anno proprio per sottoporre all’attenzione dei partecipanti tutti i buoni frutti che la nostra prolifera terra produce nel corso delle quattro stagioni) e delle figure professionali abili a manipolarli; la divulgazione degli attrattori turistici della Regione (motivo per cui l’evento si svolge in luoghi sempre diversi); l’inclusione sociale di soggetti svantaggiati o per problemi di natura medica o per problemi legati alla loro collocazione sociale.

«Cenando sotto un Cielo diverso sta crescendo – dichiara Alfonsina Longobardi, psicologa, esperta di food and beverage ed ideatrice dell’iniziativa  –. Questo progetto è nato 4 anni fa quasi per gioco. L’obiettivo che accomuna me e tutti i componenti dello staff coinvolto nell’organizzazione dell’evento è trasmette al pubblico che ci segue il concetto di “disabilità” inteso come una condizione propria di una persona speciale».

Special guest dell’evento l’attore, regista, autore e sceneggiatore Francesco Albanese, che interverrà durante la serata e – nel corso della settimana successiva alla manifestazione – consegnerà, insieme a una delegazione di chef, i giochi comprati grazie ai fondi raccolti ai bambini ricoverati nel reparto di nefrologia dell’ospedale Santobono Pausilipon.

La manifestazione nelle scorse edizioni ha permesso di raccogliere fondi a favore delle associazioni di volontariato “I Disabili di Gragnano”, “L’Aliante”, “Abili alla Vita” e “Amaranta” attraverso le numerose adesioni (1.500 registrate nel corso dell’ultimo evento). Ad esempio, un importante progetto realizzato negli anni passati riguarda la produzione di sottoli (in particolare quelli ottenuti con le foglie dei capperi) durante laboratori ove erano coinvolti ragazzi con disagi psichici. L’evento è patrocinato da: Comune di Lettere, Slow Food (condotta del Vesuvio e condotta dell’Agro Nocerino – Sarnese).

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*