Tre nuove strade per la “rottamazione” delle cartelle esattoriali

Sono tre le possibilità ammesse dalle agevolazioni introdotte dal decreto 148/17, collegato alla legge di Bilancio

POMPEI. Ci sono tre nuove strade per “rottamare” le cartelle esattoriali. «È quanto previsto – spiega il dott. Alfredo Di Nola – dal decreto legge 148/2017, collegato alla legge di Bilancio 2018, con il quale sono state  ammesse tre nuove possibilità per i contribuenti che vogliano beneficiare delle agevolazioni per regolarizzare la propria posizione nei confronti di Equitalia».

Sono tre le possibilità ammesse: 1) la riammissione per chi nonostante fosse stato ammesso alla rottamazione non ha pagato gli importi dovuti nei termini di legge;  2) l’ammissione alla nuova rottamazione, per chi aveva carichi pendenti rateizzati al 24 ottobre 2016, e non era stato ammesso alla definizione agevolata a causa del mancato tempestivo pagamento di tutte le rate scadute al 31 dicembre 2016; 3) l’apertura della rottamazione per i debiti consegnati all’Agente della Riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017.

«Si tratta di novità – aggiunge il dott. Di Nola – che si inseriscono nella normativa con cui nel 2016 sono stati agevolati i contribuenti nella definizione dei debiti affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016, estinguendo il debito senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora».

La prima novità riguarda chi era stato già ammesso alla rottamazione, ma non ha pagato le rate scadenti a luglio e a settembre 2017: il decreto legge 148/2017 concede ulteriore tempo, fino al 30 novembre 2017. La seconda novità, invece, permette al contribuente-debitore escluso dalla prima rottamazione a causa del mancato pagamento di tutte le rate scadute al 31 dicembre 2016 di rientrare nella nuova rottamazione presentando un’apposita istanza entro il 31 dicembre 2017. La terza e ultima novità, infine, riguarda i debiti affidati all’Agente della Riscossione tra il 1° gennaio e il 30 settembre 2017, per i quali è prevista la definizione agevolata: l’istanza per aderire andrà presentata entro il 15 maggio 2018 compilando il modello on-line predisposto dall’Agenzia delle Entrate.

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento