A Pompei si raccontano Storie di cibo: il 29 ottobre la seconda edizione di Ancient Expo

Il Forum dei Giovani organizza l’evento che valorizza il rapporto tra uomo e cibo come un racconto che dà spunto ad interessanti informazioni sul costume, gli usi, la cultura della città antica

POMPEI. Buone notizie da parte dei giovani di Pompei che nella loro aggregazione del Forum hanno dimostrato di farsi valere nella diffusione della Cultura e della Storia del cibo dell’antica Pompei con eventi e laboratori. Difatti il loro progetto “Storie di cibo – Ancient Expo” con cui sono stati partner di Santa Maria la Carità, ha vinto il concorso “Verso Nuovi Orizzonti” del Forum Regionale dei Giovani della Campania. Si punta a creare un futuro alle nuove generazioni riproponendo i mestieri tradizionali che possono diventare un’inattesa fonte primaria di guadagno. Si apre in questo modo una prospettiva antica ed allo stesso tempo innovativa perché si riscopre la carta vincente della cultura locale.

Pompei rappresenta il contesto ideale per un’operazione del genere. I ragazzi del Forum di Pompei hanno colto appieno questa opportunità trasformando un patrimonio di conoscenze comune e tradizioni locali oltre alle eccellenze agricole del territorio. Ogni piatto pompeiano e vesuviano ha la sua storia recente con una radice antica. Una delle nuove applicazioni dell’archeologia consiste nel trattare il rapporto tra uomo e cibo come un racconto che dà spunto ad interessanti informazioni sul costume, gli usi, la cultura del territorio che rivive continuamente nel paesaggio, i mestieri, l’agricoltura e la preparazione dei vari piatti che risente degli ingredienti preparati dalla terra e della sapienza coltivata nelle varie generazioni. Il tutto culmina nel racconto delle “Storie di cibo” che vengono offerte nella prospettiva di proporre attraverso il gusto antiche suggestioni.

L’evento avrà inizio con una conferenza presenziata da Alfredo Carannante, bioarcheologo docente  presso l’Università di Cagliari e presidente di Crononauta-Archeocuina; dallo chef stellato Paolo Gramaglia del ristorante “President” di Pompei; da Vincenzo Iorio presidente dell’associazione archeoteatro pompeiano; da Pasquale Brillante sommelier e presidente dell’associazione “GustoCampania”. Seguirà l’evento “A tavola con i romani”: la seconda parte prevede l’allestimento di banchetti enogastronomici/degustativi a cura degli archeochef e delle aziende locali che parteciperanno ai workshop curati da giovani archeologi dell’Università di Napoli “Federico II”. Il tutto si svolgerà domenica 29 ottobre, alle ore 18,00 presso la Casa del Pellegrino di Pompei dove sarà di scena “Storie di cibo – Ancient Expo”.

mm

Mario Cardone

Giornalista, economista ed ex bancario, ha una moglie, una figlia e quattro gatti; ex socialista ex sindacalista Cgil

Lascia un commento