Disinformazia, la lotta tra informazione e disinformazione nel libro di Francesco Nicodemo

Davvero i cittadini possono controllare l’informazione? L’autore prova a smascherare in questo libro le distorsioni che agiscono sulla nostra percezione della realtà.
Lo locandina dell’evento

POMPEI. Il conflitto tra informazione e disinformazione è al centro del libro di Francesco Nicodemo “Disinformazia – La comunicazione al tempo dei social” (Marsilio, 2017, pp. 240). Il volume sarà presentato a Pompei sabato 30 settembre alle ore 10,00 presso l’Hotel Forum (via Roma, 99). Un argomento, quello affrontato nel libro, oggi più che mai d’attualità, ma già undici anni fa Time incoronò persona dell’anno “You”: «You control the Information Age. Welcome to your world» si leggeva in copertina. Ma è davvero così? Siamo noi a controllare l’informazione grazie alla rete?

A ben vedere, il “rumore di fondo” ha preso il sopravvento, disorienta i cittadini e ne influenza le decisioni. Vaccinare i propri figli, iniziare una terapia medica, fidarsi della scienza o lasciare che si insinui il dubbio, mettendo in discussione certezze ormai acquisite? E come agire da elettori consapevoli? È possibile operare una scelta ponderata, sottoposti come siamo al fuoco di fila di notizie inesatte, falsi allarmismi, parole di odio? Francesco Nicodemo prova a smascherare in questo libro le distorsioni che agiscono sulla nostra percezione della realtà. In ballo vi è la vittoria tra due visioni contrapposte: un mondo ripiegato su se stesso e sulle sue paure, che propone ricette anacronistiche a problemi sempre nuovi, e uno aperto, ottimista, orientato al progresso. Sullo sfondo, una profonda convinzione: la risposta più decisa deve arrivare dalla politica. In che modo? «Coinvolgendo, dialogando, usando in maniera costruttiva le potenzialità offerte dal digitale, facendo sentire ciascuno protagonista di un progetto comune».

Francesco Nicodemo, classe 1978, esperto di comunicazione e innovazione digitale, lavora a Palazzo Chigi nello staff del Presidente del Consiglio. Già consigliere alla comunicazione di Matteo Renzi, è stato il responsabile nazionale della comunicazione del Pd tra il 2013 e il 2014. Collabora con l’Università Luiss Guido Carli di Roma alla cattedra di Diritto del Web. Scrive per Linkiesta, Rivista Studio e Mondoperaio.

All’incontro con l’autore interverranno: Pietro Amitrano, sindaco di Pompei; Francesco Gallo, presidente del Consiglio comunale; Rosario Naddeo, giornalista. Modera il giornalista Gianluca De Martino. Partecipano alla discussione: Anna Malinconico, Marina De Honestis, Francesco Domenico D’Auria, Oriana Testa.

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento