I Matti, ovvero: un pizzico di “follia” in cucina

Il ristorante è un punto di riferimento per chi ama i sapori locali e la cucina “made in Campania”

POMPEI. Cosa accade quando alla passione per la cucina e per i sapori della propria terra si unisce quel pizzico di sana “follia”? Ecco, è proprio in questi casi che nascono quei posticini in cui il cibo non è solo “qualcosa da mettere sotto i denti” e dove mangiare non vuol dire soltanto soddisfare l’appetito, ma significa vivere un’esperienza che porta ad immedesimarsi nelle tradizioni e nei valori di un territorio. Uno di questi posti è, a Pompei, la pizzeria-ristorante “I Matti”: un locale sorto da poco, avviato a maggio 2016 dalla famiglia Machetti, ma che in breve tempo si è affermato tra le più frequentate mete enogastronomiche cittadine e regionali.

Merito soprattutto delle intuizioni dei titolari, di Marino e di sua figlia Anna, giovanissima ma già a suo agio nel difficile ruolo di general manager, i quali hanno fatto de “I Matti” un vero punto di riferimento per chi ama i sapori locali e la cucina tradizionale “made in Campania”.

«Sosteniamo le piccole aziende – spiega Anna Machetti – che adottano ancora metodi di lavorazione sani, nel rispetto delle antiche tradizioni di cui sono ricche le nostre regioni. Da noi si trovano prodotti tipici selezionati, a partire da quelli fondamentali per la pizza e i fritti della tradizione, i quali completano un lavoro complesso e accurato, che nasce dalla preparazione dei nostri impasti. Pomodoro San Marzano Dop, pomodorino “piennolo” del Vesuvio dop, mozzarella di bufala campana Dop, fior di latte e provola di Agerola e l’olio evo sono i protagonisti delle nostre tavole. Per fare le cose bene ci vogliono tanta pazienza, dedizione e amore per il proprio lavoro. Noi ci mettiamo anche “quel pizzico di…”».

Il risultato è una pizza soffice e digeribile che porta la firma del pizzaiolo Michele Di Donna, il quale utilizza solo farine arricchite con germe di grano e impasti a lunghe “lievimaturazioni” per garantirne l’alta digeribilità e l’esaltazione dei sapori. Accanto alle pizze tradizionali, ci sono poi “le pazze”, ovvero quelle con nuove combinazioni di gusti, come ad esempio la Scarollo (fior di latte di Agerola, pomodorino piennolo del Vesuvio Dop, scarola saltata, alici di Cetara, tarallo sugna e pepe sbriciolato e olio evo), la Monachina (mozzarella di bufala campana Dop, pomodorino dolcetto di Corbara, provolone del monaco Dop, granella di nocciole Igp di Giffoni e olio evo) oppure la Zucchetta (provola di Agerola, pomodorini gialli, fiori di zucca, basilico e olio evo). “I Matti” è anche ristorante, con piatti che cambiano con le stagioni e prediligono il pescato del giorno, le verdure e i legumi del periodo, reperibili anche localmente. Info: www.imatti.it.

Redazione Made in Pompei

Redazione Made in Pompei

Made in Pompei è una rivista mensile di promozione territoriale e di informazione culturale fondata nel 2010.

Rispondi