I graffiti di Ercolano come tweet di duemila anni fa

Grazie alle tecnologie multimediali le antiche incisioni della città vesuviana si animeranno durante i percorsi notturni per diventare suggestivi messaggi dal passato

ERCOLANO. Si amplia ulteriormente l’offerta per i percorsi serali de “I Venerdì di Ercolano” al Parco Archeologico di Ercolano, dove da questa sera, venerdì 11 agosto, i visitatori durante la visita agli Scavi illuminati scopriranno gli antichi graffiti che si animeranno grazie alle tecnologie multimediali. Sulla terrazza di Marco Nonio Balbo (e da venerdì 18 agosto anche nel Sacello degli Augustali) queste incisioni si trasformeranno  in moderni tweet direttamente dal passato, raccontando la storia immateriale insita negli antichi messaggi. È il passato che si svela ai visitatori unendo al naturale valore degli antichi luoghi il significato reale che il messaggio del graffito porta in sé, riuscendo quasi a svelare l’associazione mentale degli abitanti di Ercolano tra i tratti scritti e i luoghi dove si svolgeva la vita quotidiana.

Le visite all’area archeologica partono alle ore 20,00 e in gruppi di 40 persone i visitatori, che accedono dall’ingresso di Corso Resina, in un percorso dalla durata di circa un’ora, vengono introdotti alle trasposizioni virtuali dei graffiti della Terrazza di Marco Nonio Balbo e del Sacello degli Augustali e alla visita della Casa di Nettuno e Anfitrite dove l’affresco del triclinio si animerà virtualmente invitandoli all’atmosfera conviviale. Fino alle ore 23,00 i visitatori potranno godere delle passeggiate serali nel Parco Archeologico con un biglietto di soli 2 €. Ultimo ingresso alle ore 22,00.

Terrazza di Marco Nonio Balbo (PaErco)

Continua così la sinergica collaborazione tra Parco Archeologico e il Museo Archeologico Virtuale (Mav) di Ercolano, fortemente voluta dal direttore del Parco, Francesco Sirano, che pensa agli antichi graffiti ercolanesi come «ai precursori dei moderni tweet, ai quali ho voluto anche associare il simbolo dell’antico cinguettio che viene direttamente dalle domus e dagli spazi pubblici della città antica. Grazie alla reciproca collaborazione stretta con il Mav – aggiunge poi Sirano – insieme agli straordinari risultati degli studi condotti dall’Università americana Washington and Lee University di Lexington, al valore materiale dell’antica città e al significato che i graffiti portano in sé si aggiunge la trasposizione moderna di messaggi dal passato e dei loro richiami culturali, perché il visitatore possa davvero entrare nell’atmosfera del mondo antico».

I percorsi serali si svolgono grazie all’iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo che con il Piano di Valorizzazione 2017 ha avviato il progetto delle Aperture serali straordinarie. Visite serali anche al Mav dove l’apertura si protrarrà fino alle ore 23,00 con ingresso al costo di 2 €. I percorsi si terranno tutti i venerdì, fino al 6 ottobre 2017.

Info dettagliate qui: i venerdì di Ercolano

mm

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige “Made in Pompei”, rivista free-press mensile di promozione territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*