Rivivono le gesta degli ultimi gladiatori di Pompei

La vicenda è tratta da un graffito rinvenuto su una tomba a Pompei (presso la Necropoli di Porta Nocera) da un appassionato tifoso che colpito dall’insolita ascesa sportiva di Marco, l’ha incisa nella pietra consegnandola alla posterità.

POMPEI. Tornano i gladiatori a Pompei. Nessun combattimento con belve feroci nell’Anfiteatro, per fortuna, ma grazie all’Archeo Teatro dell’associazione Ars – Pompeii Ludens sarà possibile questo emozionante tuffo nel passato. Il prossimo spettacolo, prima della pausa estiva, è in programma sabato 5 agosto, alle ore 21.00 nell’ArcheoTeatro Pompeiano di via Plinio, 107 a Pompei.

Lo spettacolo inizia nella Taberna di Aulus Umbricus Scaurus, dove tra un assaggio di storia e un sorso di tempo, gli spettatori potranno assistere alla Coena Libera dei gladiatori: un lauto pasto, per qualcuno l’ultimo, offerto dal magnanimo Umbricus ai gladiatori che di lì a poco si scontreranno in fatal duello. Come un antico spettatore di Pompei, si potrà dissertare sul miglior atleta, discutere sulla vittoria del proprio favorito, e godere alla vista dei potenti corpi di atleti che l’imminente scontro tende in letale beltà.

Dopo l’aperitivo alla Taberna di Umbrico, gli spettatori saranno scortati dai fanti di Marina Imperiale presso l’ArcheoTeatro per il piatto forte della serata: “Gladiatores Pompeiorum”. Si tratta di un Archeo-spettacolo che narra le vicende atletiche di Marco Attilio, vero e proprio Rocky ante litteram che per mancanza di lavoro ed ironia del fato si trova catapultato nell’arena ad affrontare Ilario, il campione dei campioni. La vicenda è tratta da un graffito rinvenuto su una tomba a Pompei (presso la Necropoli di Porta Nocera) da un appassionato tifoso che colpito dall’insolita ascesa sportiva di Marco, l’ha incisa nella pietra consegnandola alla posterità.

Grazie a un team di attori, registi, stuntman e archeologi, oggi quell’avventura torna in vita in tutta la sua ironica e iconica spettacolarità. L’ArcheoTeatro Pompeiano è la cornice di questa messa in scena. Una struttura rievocativa che offrirà un’esperienza immersiva dove ognuno interpreterà il ruolo di un antico pompeiano che assiste ai giochi gladiatori ed è chiamato a decidere sulle sorti dello sconfitto. «Venite, mettevi comodi – è l’invito degli organizzatori – e godetevi lo spettacolo. Non troppo comodi però … non sarebbe la prima volta che qualche malcapitato spettatore, per ironia della sorte o capriccio dei potenti, passi dall’essere carnefice a vittima, ritrovandosi nell’arena in attesa di chissà quale fine. Ma di certo sarà una fine che piacerà al pubblico…».

ArcheoTeatro Pompeiano – via Plinio 107- Pompei (Na)
Contatti- 3334587298 – 3669983006 – archeoteatro@gmail.com
16,90 € intero – 11,90 € ridotto

Info complete qui: www.facebook.com/events/408527989548685/

 

Marco Pirollo

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige Made in Pompei, rivista di promozione territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *