Al via le passeggiate notturne nei siti archeologici vesuviani

Il Parco Archeologico di Pompei partecipa al progetto di valorizzazione con l’apertura dei suoi siti nelle serate di agosto e di settembre

POMPEI. Il Parco Archeologico di Pompei partecipa al progetto di valorizzazione 2017 del MIBACT con l’apertura dei suoi siti nelle serate di venerdì di agosto e nelle serate di venerdì e sabato di settembre, con orario 20,30 – 23,00 (chiusura biglietterie 22,30). Ogni itinerario proposto avrà il costo di 2 Euro.

Agli Scavi di Pompei saranno aperti al pubblico due diversi itinerari: uno con proiezioni lungo il percorso, si snoda dall’ingresso di Porta Marina, davanti all’Antiquarium, lungo le mura meridionali della città fino a raggiungere il Quadriportico dei Teatri, il Teatro Piccolo ed il Teatro Grande; l’altro con ingresso da Piazza Anfiteatro, include la visita dell’Anfiteatro e della mostra sui Pink Floyd a Pompei ospitata nei suoi corridoi, e la visita alla Palestra Grande, dove sono allestite la mostra “Pompei e i Greci” e l’esposizione permanente degli affreschi della località Moregine di Pompei ed una scelta di reperti organici.

Agli Scavi di Oplontis (foto a lato) sarà possibile effettuare un suggestivo percorso illuminato all’interno della Villa di Poppea. All’ingresso i visitatori saranno accolti dal personale del parco Archeologico di Pompei che distribuirà un opuscolo informativo.

All’Antiquarium di Boscoreale  sarà possibile visitare le sale del museo con l’accoglienza da parte del personale volontario della Pro Loco, sarà possibile assistere ad un breve filmato che illustra il territorio vesuviano, proiettato a ciclo continuo nell’Auditorium, e  sarà visitabile nella cd. sala Piroghe l’esposizione “In cammino”, che ospita reperti di Pompei ed altri siti vesuviani di rientro o in partenza per varie mostre ed eccezionalmente mostrati al pubblico.

mm

Redazione

Made in Pompei è una rivista di promozione territoriale e informazione culturale, turistica, enogastronomica, scientifica ed economica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*