The British Pub, tante novità nel nuovo menù

Dalla pluma iberica agli appetizer, fino ai classici di sempre come il fish&chips o l’Irish ribs

POMPEI. Tante gustose novità arricchiscono l’offerta gastronomica per The British Pub, un vero pub all’inglese in via Sacra, nel cuore della città degli scavi e del santuario. Il locale adesso è aperto anche a pranzo, dalle 11.00 e fino alle 14.30 (oltre, naturalmente, all’apertura serale dalle 18,30 in poi) offrendo così nuove opportunità per gustare piatti e specialità d’oltremanica.

Un “classico” del menù, oggi rivisitato e ancora più stuzzicante, è il ragù di chianina che lo chef Pasquale Auricchio propone per esaltare vari piatti come i panini, le patate al forno, il bruschettone e molti altri. Nel nuovo menù, invece, spiccano i piacevoli appetizer che si differenziano dai soliti antipasti: tra questi, ad esempio, il tris di polpette oppure le alette e le coscette di pollo.

Il punto forte del menù, però, è sempre la carne che oggi include anche la pluma iberica, un particolare taglio di carne la cui forma è del tutto simile ad una piuma. Delicato ed estremamente tenero, più di un filetto, questo taglio è molto pregiato e si presta per essere preparato alla griglia, oppure servito con rucola e scaglie di parmigiano. The British Pub conferma poi anche le ricette tipicamente inglesi che da sempre lo caratterizzano: il fish and chips (preparato con patatine fritte e una particolare pastella alla birra), l’Irish Ribs con fagioli messicani neri e patatine, oppure il Cottage Pie, ovvero lo sformato con purè e carne tritata di chianina. Tra le specialità anglosassoni figurano inoltre il Carrigaline, un formaggio irlandese alle alghe e al pepe verde, e gli hamburger (anche di chianina) con formaggio, cipolla fritta, insalata e pomodoro.

La scelta di carni è vasta (maialino nero irlandese, entrecote, argentina, blackangus, chianina e bufala) ma non manca la sezione per celiaci e per vegetariani.Ilpub presenta delle novità anche da bere:accanto ad un’ampia scelta di birre britanniche, tedesche e americane il pub offre distillati molto particolari, tra cui il Cleveland Whiskey, il BeinnDubh delle distillerie Spey (invecchiato 8 anni in botti di porto) e lo SpeyFuman versione torbata. E l’atmosfera al The British Pub? Quando si entra si ha l’impressione di essere finiti indietro nel tempo, in una vera “public house” (da cui l’abbreviazione “pub”) dell’Inghilterra del XIX secolo: dagli arredi ai parati, dalle luci alle decorazioni non c’è proprio nulla cha non sia fedele alle caratteristiche di una locanda inglese.

Info:
Pompei – via Sacra, 32
Tel.: 0813621690
facebook.com/thebritishpubpompei

mm

Marco Pirollo

Giornalista, nel 2010 fonda e tuttora dirige “Made in Pompei”, rivista free-press mensile di promozione territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*